Libri

  • img-book

    Idalgo Fagioli,

    2017 – F.to 15×21, pp. 154

    Idalgo Fagioli, amante della letteratura e della poesia, sin da giovane si diletta nella scrittura di componimenti poetici e a partire dal 1980 vince numerosi premi letterari. Nei primi anni ’90, insieme ad altri poeti, collabora attivamente con il Centro Iniziative Culturali “Aldo Moro”. In seguito, con vari artisti locali, dà vita agli “Ardenti”, il Cenacolo degli Artisti di Terni, di cui ricopre la carica di Vice Presidente. Nel 2000 perde la moglie Annamaria. Trascorre gli ultimi anni della sua vita a scrivere poesie e a curare altre sue grandi passioni: la filatelia e la bibliofilia. Da grande amante degli animali condivide momenti importanti insieme al suo amato cane Nerone. Viene a mancare il 28 dicembre 2014.

  • img-book

    M. Menghini

    2015 -. F.to 15×21, pp 328

    Dopo il grande successo del suo primo libro, “Parole de Terni”, (Ediz. Morphema, 2014), Mario Menghini torna alle stampe con questo nuovo testo dal titolo “A Terni se dice” che promette di essere un piccolo capolavoro del suo genere.
    L’autore dà qui buona prova di sé come narratore versatile dotato di scorrevole scrittura e capace di raccontare, attraverso un’accurata ricerca storiografica, la cultura popolare ternana con semplicità e ironia.
    Con i suoi oltre mille modi di dire offre al lettore un quadro di “ternanità” in cui molti si ritroveranno, intrecciando vecchie e nuove parole con la naturalezza con cui ricostruisce parte della storia minore e viva della sua città.
    In ciascuno di quei detti si ritrova il sapore della vita vissuta dalle genti della sua terra e il piacere di riscoprire dove e come nascono quelle parole, quelle frasi dense di significato, e dunque le proprie radici.

  • sconto
    img-book

    L. Leonardi, L. Benvenuti

    2011 – F.to 15×21, pp. 96

    Alla domanda: “Come spiegherebbe ad un bambino che cos’è la felicità”? La risposta degli autori di questo libro: non gliela spiegherei, gli darei un pallone per farlo giocare” sta a significare non solo la consapevolezza che il gioco, lungi dall’essere un vuoto passatempo, rappresenta il cardine su cui ruota la formazione globale del fanciullo, ma anche che attraverso il gioco è possibile sviluppare un atteggiamento ludico di fronte alla vita e costruire relazioni con gli altri. Il piacere dell’azione che offre una palla che gira, rimbalza, rotola, vola… rappresenta per il bambino il suo modo di comunicare con il mondo, lo strumento per rapportarsi, tra fantasia e realtà, con se stesso ed esplorare nuove esperienze e nuove situazioni. Il passaggio dal gioco al giocosport rappresenta poi la capacità del bambino di riutilizzare in forma ludica, personale, polivalente e creativa le abilità motorie precedentemente apprese. È il progetto di alfabetizzazione motoria che il CONI condivide con la Scuola Primaria riconoscendo nella pratica motoria, fisica e presportiva uno degli strumenti più efficaci di educazione alla salute, di inclusione sociale e di convivenza civile. Questo manuale, realizzato, peraltro, in una forma grafica attraente in quanto scritto non in forma lineare-sequenziale, ma per mappe concettuali corrispondenti alla tridimensionalità del pensiero, vuol essere un supporto teorico e didattico ad un nuovo modo di concepire l’educazione motoria secondo un approccio di tipo polisportivo, ludico, non specialistico che più e meglio corrisponde ai bisogni dei bambini. È per questo motivo che sono grato a Luciano Leonardi e Lamberto Benvenuti per la realizzazione di questo manuale che spero sarà un importante punto di riferimento per lo sviluppo dell’attività motoria degli allievi della scuola primaria e delle società sportivedel nostro territorio.

  • img-book

    Emanuele Grandi,
    2018 – F.to 15×21, pp. 176
    Il legame di un uomo con la sua terra, il vincolo indissolubile che lo unisce alla famiglia e ai suoi tre cani.
    Un viaggio tra terra e cielo, tra passioni e amore, boschi incantati e spazi senza tempo, alla ricerca del senso della vita vista attraverso gli occhi di un amico a quattro zampe.
    Perché loro, i cani, l’hanno già trovato… e sanno come mostrarcelo…
    “Loro sanno già tutto!!!”

  • img-book

    Angelo Rambaldi,

    2017 – F.to 7,4×14, pp. 86

    Originario dell’Etiopia, dove è chiamato buna, il caffè si diffuse nello Yemen forse già dal IX secolo. “Caffè” deriva dal nome dalla regione etiope di Kaffa, dove la pianta cresceva spontaneamente, oppure dall’arabo qahwa, denominazione data alle bevande stimolanti e, in seguito, al caffè considerato da secoli una sorta di “vino dell’Islam”. Il nome turco kahvé, derivato dall’arabo, si applica solo al caffè. “Moka”, invece, termine che ormai fa parte del nostro quotidiano, deriva dalla città yemenita di Moka / Mokha. […]

  • sconto
    img-book

    Stampa: Giugno 2004

    104 pagine

    Analisi ed Espressioni 10,00 3,50
  • img-book

    Alexa Rinaldi,

    2017 – F.to 16,5×23, pp. 624

    Demetra è una giovane ragazza problematica. Ha una famiglia che la ama, una sorella gemella e degli amici, ma un evento catastrofico ha sconvolto la sua vita: un terremoto, durante il quale è rimasta ferita. La sua vita scorre monotona, con il pesante ricordo di quel giorno, fino a che, in sogno, compare uno strano ragazzo. Un ragazzo troppo bello per essere reale. Un ragazzo con particolari capacità, che le svela verità incredibili.
    Sarà solo frutto della sua immaginazione? E come cambierà la sua vita?
    Demetra è solo una dei protagonisti di una storia che intreccia vicende e creature sovrannaturali che vivono nell'epoca contemporanea, ma si nascondono all'indiscreto occhio umano. Vampiri, lupi mannari, angeli e demoni, sono nemici e amici in questo primo romanzo dalle sfumature dark e gotiche, con storie romantiche e battaglie adrenaliniche. E' l'inizio del conflitto tra bene e male, è un puzzle di strane creature e un'immersione nel genere paranormal romance.
    Questo è Angels' War.

  • img-book

    Fra Donato D’Eremita

    2016 -. F.to 19,5×28, pp 152

    Della vita del converso domenicano fra Donato d’Eremita molto rimane ancora da ricostruire. Nacque a Rocca d’Evandro in Campania sul finire del Cinquecento, e venne ritenuto dai suoi contemporanei tra i più dotti fitognosti, e cioè tra i più grandi conoscitori della botanica descrittiva e tassonomica dei primi decenni del Seicento. A Firenze risulta speziale al servizio di Cosimo II, prima della sua ascesa a Granduca di Toscana nel 1609, e ad attività già avviata della farmacia del convento domenicano di Santa Maria Novella, che nel 1549 contava tra i Padri uno speziale secolare e nel 1609 il primo frate aromatario. Fra Donato d’Eremita ebbe così modo di formarsi presso la corte medicea, che sotto Cosimo I e il figlio Francesco I, fu un importante centro di studio dell’alchimia e interessata alla fondazione di numerosi giardini dei semplici. Dopo il suo rientro a Napoli, nel 1611 risulta speziale della farmacia del convento domenicano di Santa Caterina a Formiello, dove mise a frutto le conoscenze alchemiche producendo medicine spagiriche a base di minerali e metalli. […]

  • sconto
    img-book

    Mario Polia

    2015 – F.to 15×21, pp. 204

    …L’Antropologia Culturale, per vocazione e definizione, è dedicata allo studio della cultura e dei fenomeni culturali essendo la cultura, per eccellenza, attività che distingue la natura umana. Lo scopo primario che una “dispensa” si propone è servire da orientamento e da guida nello studio. In questo caso, il nostro scopo è stato quello di tracciare un profilo introduttivo che permetta al lettore di definire natura e peculiarità di “cultura”, d’intenderne le caratteristiche e la dinamica…

    L’Antropologia Religiosa limita il suo campo di studio a quell’espressione della cultura che è, propriamente, il pensiero religioso e rivolge il proprio interesse verso ognuna delle manifestazioni del pensiero religioso. Il campo d’indagine dell’Antropologia Religiosa riguarda sia le società prive di scrittura, e in generale, le culture “d’interesse etnologico”, sia il comportamento religioso delle culture complesse e delle civiltà che applicano a sé stesse il titolo di “evolute”…

    …Questi appunti costituiscono l’ossatura di un discorso più complesso e articolato riguardante l’approccio antropologico alla struttura delle medicine tradizionali. Un argomento che abbiamo affrontato in ambito accademico sia in Italia che all’estero e al quale, anche recentemente, abbiamo dedicato seminari di studio…

  • img-book

    Mario Menghini,

    2017 – F.to 16×11, pp. 66

    Libera interpretazione in vernacolo ternano per un lettore adulto che si sente ancora bambino

  • sconto
    img-book

    Stampa: Maggio 2005

    112 pagine, illustrato

  • img-book

    Elisabetta Di Carlo,

    2017 – F.to 13×19, pp. 132

    Cambiamenti climatici, musica, natura, ricordi, racconti e sentimenti sono le parole chiave di questo libro.
    Un libro accessibile a tutti per la sua semplicità.
    Una parte della mia vita vissuta e i miei sogni; i sogni di una bambina e di una persona adulta.
    I sogni realizzati e quelli mancati.
    Questo libro è un riscatto per la mia persona, per le mie qualità da alcuni apprezzate e da alcuni no.
    Questo libro è la dimostrazione che “Volere è potere”.
    Un consiglio per tutti coloro che nella propria vita hanno pensato a volte di mollare: “Non rinunciate mai ai vostri desideri!!!”

  • img-book

    Menghini Mario,

    2016 – F.to 11×16, pp. 36

    Libera interpretazione in vernacolo ternano per un lettore adulto che si sente ancora bambino

     

  • sconto
    img-book

    A. Sanguinetti, G. Conzo, N. Avenia

    2014 – F.to 21×29,7, pp. 152

    Questa raccolta di casi clinici è nata dalla consapevolezza che soltanto la concretezza delle esperienze cliniche quotidiane ed a volte l’incertezza che precede la giusta diagnosi possano accrescere la nostra conoscenza. Un vivo sentimento di gratitudine, quindi, va  a tutti coloro che con impegno scientifico e grande amicizia hanno voluto proporre il loro personale contributo.

    Abbiamo scelto per la copertina “Il Cristo Velato”, scultura marmorea di Giuseppe Sanmartino, esposta nella Cappella Sansevero di Napoli.

    La scelta di questo capolavoro, ancor che un omaggio alla città di Napoli, è da ricercare nella leggenda legata al velo. Si narra, infatti, che il committente Principe Raimondo di Sangro avesse insegnato allo scultore la calcificazione del tessuto in cristalli di marmo, così che da circa tre secoli molti di coloro che osservano il mirabile velo scolpito lo ritengono magnifico risultato di una “marmorizzazione” alchemica.

    Ci piace ricordare a noi stessi come la nostra professione non sia fatta di prodigi ed alchimie, bensì di dedizione e sacrificio; così come il velo marmoreo è riconducibile all’ispiratissimo scalpello del Sanmartino allo stesso modo il sollievo apportato ai nostri pazienti è frutto soltanto di impegno professionale, abnegazione e conoscenza dell’arte medica.

  • img-book

    Alessio Patalocco, Maria Luce Schillaci,

    2017 – F.to 15×21, pp. 64

     

  • sconto
    img-book

    Stampa: Dicembre 2004

    208 pagine, illustrato

    Cesi nel Medioevo 15,00 5,25
  • sconto
    img-book

    Stampa: Giugno 2008

    304 pagine, illustrato

    Cesi nell’età moderna 20,00 7,00
  • sconto
    img-book

    A. Sanguinetti, G. Bistoni, N. Avenia

    2010 – F.to 16×23, pp. 256

    Nell’ambito dei vari testi sulla mammella, questo atlante si ritaglia un suo preciso spazio. In effetti appare moderno, completo e di grande sintesi, arricchito da un interessante excursus storico sulle origini di questa chirurgia, sui chirurghi e sullo strumentario dell’era antica a quella moderna. I capitoli anatomici ono forniti di iconografia chiara e curata nei dettagli e di immediato apprendimento, le nozioni di embriologia ed istologia sono essenziali ed indiratte agli atti terapeutici. L’approccio clinico e diagnostico è aggiornatissimo, sono riportati le tecniche di immagine e tutti gli strumenti diagnostici attualmente a disposizione per una diagnosi preoperatoria, non tralasciando una valutazione critica.

  • img-book

    Chuang-Tzu, Mario Polia

    2016 – F.to 16×23, pp. 194

    Presentiamo la traduzione in lingua spagnola del principe dei letterati dell’Estremo Oriente, Chuang-tzu. Nonostante la grande difficoltà della sua lettura, Chuang-tzu è l’autore più stimato e quello che più piace agli scrittori cinesi. Di lui dice il Dottor Wu Ching-hsiung:
    Nell’antica Cina fu scrittore incomparabile e fonte d’ispirazione per gli scrittori posteriori, che fossero o meno d’accordo con le sue idee. Alcuni dei grandi poeti cinesi, come Tan Yüan-ming e Li Po, hanno derivato la loro ispirazione dagli scritti di Chuang-tzu. La sua influenza non è limitata al campo della letteratura ma penetra la cultura cinese nel suo insieme. Dei principali pensatori buddisti o neo-confuciani non ve n’è uno solo che abbia fatto a meno di arricchire il proprio pensiero con gli insegnamenti di Chuang-tzu1.
    L’autore giapponese Dottor Suzuki, specialista nel buddismo, dice di lui: «È il più grande filosofo, poeta e letterato saggista di tutta la storia della scuola taoista; ancor più, forse in tutti i campi della letteratura cinese2.
    Per il filosofo e lo storico delle religioni la sua opera ha un interesse speciale. È l’opera più vasta del taoismo sapienziale  lo chiameremo in questo modo per distinguerlo dal taoismo superstizioso d’epoca più tarda  ed è anche il miglior commento al Tao-Te Ching di Lao-tse.
    La sua lettura richiede una previa iniziazione al repertorio d’idee e alla terminologia di Chuang-tzu dato che le espressioni racchiudono un significato non è comune ad altre scuole di pensiero e possono disorientare il lettore.
    Le nostre comparazioni tra la filosofia taoista e la filosofia neoplatonica possono prevenire sfavorevolmente alcuni lettori. Li preghiamo, in tal caso, di prescindere da esse e di attenersi in modo esclusivo all’analisi del testo taoista. In realtà, ho effettuato lo studio comparativo solo una volta terminata l’analisi. La ragione da me addotta per non sopprimerlo, oltre alla certezza di non aver fatto alcuna violenza ai testi studiati, è la personale convinzione che, nella soluzione di alcuni problemi, la logica conduce per i medesimi cammini le menti libere da interferenze ideologiche, purché si parta dagli stessi principi. Ammesso questo fatto, la comparazione può illuminare e rendere più comprensibili gli argomenti trattati. Se, nello stabilire le comparazioni, la nostra critica non fosse stata all’altezza del compito, se ci fossimo fatti entusiasmare dalle analogie, la critica di altri studiosi apporterà le necessarie correzioni. Avrei potuto, per esempio, scegliere come punto di comparazione le filosofie dell’India, il filosofo buddista del Grande Veicolo N~g~rjuna, ma in tal modo, però, avrei dato adito a credere che volessi prendere posizione nella difficile questione dell’origine di queste scuole. Il neoplatonismo, invece, non presenta questo inconveniente.

  • img-book

    Chuang – Tzu – II,

    2017 – F.to 16×23, pp. 308

    Presentiamo la traduzione in lingua spagnola del principe dei letterati dell’Estremo Oriente, Chuang-tzu. Nonostante la grande difficoltà della sua lettura, Chuang-tzu è l’autore più stimato e quello che più piace agli scrittori cinesi. Di lui dice il Dottor Wu Ching-hsiung:
    Nell’antica Cina fu scrittore incomparabile e fonte d’ispirazione per gli scrittori posteriori, che fossero o meno d’accordo con le sue idee. Alcuni dei grandi poeti cinesi, come Tan Yüan-ming e Li Po, hanno derivato la loro ispirazione dagli scritti di Chuang-tzu. La sua influenza non è limitata al campo della letteratura ma penetra la cultura cinese nel suo insieme. Dei principali pensatori buddisti o neo-confuciani non ve n’è uno solo che abbia fatto a meno di arricchire il proprio pensiero con gli insegnamenti di Chuang-tzu1.
    L’autore giapponese Dottor Suzuki, specialista nel buddismo, dice di lui: «È il più grande filosofo, poeta e letterato saggista di tutta la storia della scuola taoista; ancor più, forse in tutti i campi della letteratura cinese2.
    Per il filosofo e lo storico delle religioni la sua opera ha un interesse speciale. È l’opera più vasta del taoismo sapienziale  lo chiameremo in questo modo per distinguerlo dal taoismo superstizioso d’epoca più tarda  ed è anche il miglior commento al Tao-Te Ching di Lao-tse.
    La sua lettura richiede una previa iniziazione al repertorio d’idee e alla terminologia di Chuang-tzu dato che le espressioni racchiudono un significato non è comune ad altre scuole di pensiero e possono disorientare il lettore.
    Le nostre comparazioni tra la filosofia taoista e la filosofia neoplatonica possono prevenire sfavorevolmente alcuni lettori. Li preghiamo, in tal caso, di prescindere da esse e di attenersi in modo esclusivo all’analisi del testo taoista. In realtà, ho effettuato lo studio comparativo solo una volta terminata l’analisi. La ragione da me addotta per non sopprimerlo, oltre alla certezza di non aver fatto alcuna violenza ai testi studiati, è la personale convinzione che, nella soluzione di alcuni problemi, la logica conduce per i medesimi cammini le menti libere da interferenze ideologiche, purché si parta dagli stessi principi. Ammesso questo fatto, la comparazione può illuminare e rendere più comprensibili gli argomenti trattati. Se, nello stabilire le comparazioni, la nostra critica non fosse stata all’altezza del compito, se ci fossimo fatti entusiasmare dalle analogie, la critica di altri studiosi apporterà le necessarie correzioni. Avrei potuto, per esempio, scegliere come punto di comparazione le filosofie dell’India, il filosofo buddista del Grande Veicolo N~g~rjuna, ma in tal modo, però, avrei dato adito a credere che volessi prendere posizione nella difficile questione dell’origine di queste scuole. Il neoplatonismo, invece, non presenta questo inconveniente.

  • img-book

    Leonardi Luciano,

    2016 – F.to 16,5×23,5, pp. 208

    Ricostruire oggi lo stratto rapporto tra acciaio, città e circolo aziendale; ricordare la riunificazione dentro il complessivo processo di produzione del “tempo lavorativo” e del “tempo libero” significa dare più solide radici ad una istituzione ricreativa , culturale e sportiva che guarda al futuro.

     

  • img-book

    Mauro Scarpellini,

    2017 – F.to 15×21, pp. 56

    Le Nazioni Unite considerano che le cause ambientali possano produrre emigrazioni fino a 200 milioni di persone entro il 2050.

  • img-book

    Alessandra Menichelli,

    2017 – F.to 21×29,7, pp. 52

    All’interno, disegni da colorare e figurine da attaccare

  • img-book

    Alessandra Menichelli,

    2017 – F.to 21×29,7, pp. 44

    All’interno: disegni da colorare e il gioco delle emozioni alternate